Michele Cioce

Progetti. Visioni. Parole.

Michele Cioce è nato nel 1983 a Bari.

È un artista concettuale e criptico, interessato alla geometria sacra e al simbolismo in chiave esoterica. Ha realizzato una serie di opere digitali elaborando sia figure geometriche che fotografie.

L’idea di Michele Cioce è utilizzare come “materia prima” i prodotti finiti. Estrarre elementi strutturali come, ad esempio, rami, foglie, fiori, nuvole, orizzonti, volti, corpi, e combinarli per creare narrazioni visive. Il processo creativo è basato sia sull’utilizzo liberale della simmetria bilaterale o sinistra-destra, sia sull’utilizzo della proiezione riflessiva, per stabilire una specie di piastra di Petri per la coltivazione di immagini che ricordano mandala e visioni oniriche. È da questa zuppa primordiale che nascono le sue opere.

L’aspetto criptico della sua forma d’arte è la possibilità di lettura del significato delle sue opere su più livelli.