Di mio, l’eco fu…

Occupato nell’immenso paesaggio
fu il visionario improvvisato,
raccolse gli interni del borgo felice a riva.
Fiumi di camelie,
a monte
sorgente a edera dipinta.
Verde la sua anima,
cristallina nel suo lasciarsi andare verso valle,
scorre a volte lenta,
scorre a volte veloce fra le pareti sue laterali.
Vivaci fiori.
Lontanza a cespuglio.
Imbuti naturali dai mille colori.
Amore grande,
scorri e a volte soffermati.
Trasparente linfa.
Essenza suscita movimento sinuoso.
Geometrica porta.
Veduta.
Mistero…
Attraente, compressa di piacere cangiante.
Ombre
proiettano  il trasferimento dell’uno in natura
dentro l’altro.
È combinazione a rilascio…forse graduale.
A volte la brutalità interrompe il decorso.
Staticità.
Ora rilascio…
Tangibile raccoglimento.
La fonte calda si presenta.
Impossibile mutare l’istinto.
Allucinante foglia frangi-forme.
Forma unica.
Sonante foglia…
Fantomatica parodia del suono a colonna.
Acqua e cielo.
Olio caldo
fluisce sull’apice
dell’interminabile piacere
su di te.

Mgb76…Luppig

0 Commenti

Cosa ne pensi?

©2018 iosono.me

Realizzato con il ❤ da livenetworkitalia.it

iosonomefooter

oppure

Accedi con le tue credenziali

oppure    

Hai dimenticato i tuoi dati?

oppure

Create Account