In nome di quello che Sei fai tacere la tua illusoria ragione, oh donna.

Sempre ti sarà dovuto di desiderare, sempre da te la matrice avrà forma.

Ora altro non sei che puro desiderio.

Ora altro non Sei, eppure l’ebrezza di quel sorriso svelato riscalda la vana ossessione del multiplo.

Desideri ed ottieni tassello dopo tassello la tela che porta nel seme la molteplicità di ciò che vedi.

Doni i tuoi mille volti e nascondi per vana paura l’unico che Amo.

Vibra l’intervallo di tempo dove ti manifesti.

Queste mani, come altre, ti accarezzano; sono mie perchè da Me si allungano come strumento per esserti vicino. Ti dico, conservale come sai fare perchè in ogni millimetro della tua mente ogni amore è presente, dal platonico al carnale, per sempre.

Questa tua dote è nel basso una copia di ciò che conservo di Noi.

Note di plastica riempiono l’aria che seppur illusoriamente è la Mia casa.

Ballerai come solo tu sai fare e per te creerò le tante canzoni così che tu possa accorgerti di Me.

Desidererai il caldo per mostrare il tuo corpo, il freddo per giustificare i tuoi vizi, ma non è nella stagione che devi cercarMi.

Mangerai i frutti e poi le carni ed un senso di pienezza ti ingannerà, o per meglio dire ti avrà ingannato perchè l’inganno è solo un ricordo come tutto il resto che adesso, in questo istante, non è prossimo alla tua portata.

Queste parole poesia non sono. Queste parole dalla Mia bocca non usciranno, eppure le sentirai vive ed in fermento tra la gola e la bocca dello stomaco.

Negherai mille volte questa voce eppure ti amerò sempre.
Mostrerai a tutti dove non Sono eppure ti amerò sempre.

Altro non voglio che tu Mi conosca.

Tags:
1 Commento
  1. Foto del profilo di FortuNato
    FortuNato 4 settimane fa

    Hai un dono.. Continua a scrivere!

Cosa ne pensi?

©2017 iosono.me | CREO QUINDI SONO.

Realizzato con ❤ da Mediaclad

iosonomefooter

oppure

Accedi con le tue credenziali

oppure    

Hai dimenticato i tuoi dati?

oppure

Create Account