Il traffico era molto intenso. Una formica, sul ciglio della strada, cercava di attraversare ma aveva una gran paura di finire schiacciata. Provò per l’ennesima volta a fare qualche passo in avanti ma dovette subito tornare indietro. Le auto non l’avrebbero mai vista piccina com’era. Non sapeva che fare: rinunciare ad andare a scuola? La maestra e di conseguenza la mamma si sarebbero infuriate molto! Ma come poteva fare? A quell’ora il flusso delle auto era pressoché continuo. Inspirò e, trattenendo il fiato, si buttò: pochi passi e per poco una ruota rischiò di schiacciarla. Col cuore in gola si trovò nuovamente a bordo strada.

Ad un certo punto il cielo si oscurò e le auto di colpo si fermarono. La formica, stupita, guardò avanti e non riusciva a capire. Timidamente cominciò a camminare, si fermò e procedette ancora. Nella strada tutto era immobile. Si guardò allora attorno e quindi lo vide: un grosso elefante le faceva scudo. “Vai, ti proteggo io.” Una volta attraversato lo ringraziò di cuore chiedendogli cosa poteva fare per sdebitarsi. “Niente!” rispose lui, “magari prima o poi avrò bisogno io di te.”

Tags:
0 Commenti

Cosa ne pensi?

CONTATTACI

Per qualsiasi domanda non esitare.. mettiti in contatto con noi!

Inviando

©2017 iosono.me | CREO QUINDI SONO.

Realizzato con ❤ da Mediaclad

iosonomefooter

oppure

Accedi con le tue credenziali

oppure    

Hai dimenticato i tuoi dati?

oppure

Create Account